fbpx

Promozioni

Approfitta delle vantaggiose promozioni disponibili per il tuo prossimo condizionatore.

Con Bardani, goditi una brezza di aria fresca con gli incentivi per l’acquisto dei condizionatori.

Ora è più semplice rendere l’ambiente più salubre e migliorare le prestazioni ecologiche del tuo condizionatore, grazie ai finanziamenti a tasso zero, all’ecobonus del 65% e al bonus casa del  50%.

Scopri i nostri vantaggi sui nostri condizionatori

65%

Ecobonus 65%
Rinnova il tuo condizionatore con un modello di classe energetica superiore per ridurre l’impatto ambientale. L’ecobonus è disponibile sia per persone fisiche che per aziende, consentendoti di detrarre il 65% della spesa effettuata.

50%

Bonus 50%
Grazie al bonus condizionatori 2023, hai l’opportunità di ridurre a metà le spese, sia che tu stia effettuando una ristrutturazione, sia che si tratti di un intervento di manutenzione straordinaria. Non perdere tempo! Approfitta del bonus casa 50% e fai il tuo acquisto.

Conto termico

Incentivo Conto Termico
Il Conto Termico rappresenta un vantaggioso incentivo per gli interventi finalizzati
all’efficientamento energetico e per gli impianti che generano energia termica attraverso fonti rinnovabili. Approfitta dell’incentivo e chiama ora Bardani srl per maggiori informazioni.

Tasso agevolato

Consulta il nostro team tecnico per scoprire su quali impianti puoi usufruire degli ecoincentivi

La qualità dei condizionatori Bardani

Bardani offre condizionatori WI-FI domotici controllabili tramite smartphone, con la possibilità di monitorare i consumi e una programmazione oraria giornaliera ideale per utenze private e aziendali. Oltre al riscaldamento e al raffrescamento ambientale, i condizionatori contribuiscono alla purificazione dell’aria mediante un filtro avanzato in grado di catturare virus, batteri ed allergeni, oltre alla deumidificazione degli spazi.

• Sensore di movimento che, in assenza di rilevazione di presenza, si spegne dopo un periodo prestabilito o può essere configurato per non indirizzare l’aria verso le persone, oppure seguirle durante gli spostamenti.
• Pulizia dell’aria tramite avanzati sistemi, come ad esempio l’utilizzo di fasci di elettroni ad alta velocità per innescare reazioni chimiche con le molecole dell’aria, eliminando impurità come pollini e odori, garantendo un’aria completamente pulita e priva di allergeni.

Domande Frequenti

Le detrazioni fiscali per migliorare l’efficienza energetica sono state estese fino al 31 dicembre 2024. Puoi beneficiare del bonus casa 50%, dell’ecobonus 65% e del conto termico. Scopri quali interventi sono inclusi, come richiederli e chi può usufruirne.

Bonus casa 50%

Il bonus casa, con una detrazione IRPEF del 50%, si applica a diversi interventi finalizzati
al miglioramento dell’efficienza energetica e del comfort abitativo. Tra i lavori agevolati
rientrano:
• La sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale con modelli almeno di
classe A dotati di caldaie a condensazione.

• La posa in opera di impianti di climatizzazione invernale con generatori di calore
alimentati, ad esempio, a pellet o truciolato (nota bene: la detrazione avviene per un
valore massimo di 30.000 euro).

• La ristrutturazione del bagno, che include la possibilità di sostituire tubature e
impianto idrico. Si noti che la detrazione non si applica se vengono sostituiti solo i
sanitari.

Il bonus casa può essere richiesto dai proprietari di immobili che procedono all’acquisto di un nuovo condizionatore o di una caldaia, o che effettuano la sostituzione di tali impianti.
Sì, è possibile che un inquilino in affitto possa beneficiare del bonus casa 50%.
Per richiedere il bonus casa, è necessario presentare domanda presso il Caf o il commercialista. La documentazione richiesta include la fattura, la ricevuta del bonifico eseguito per l’agevolazione fiscale e il codice CPID
L’Agenzia delle Entrate restituisce il 50% delle spese sostenute attraverso una detrazione fiscale suddivisa in 10 anni.

Ecobonus 65%

Il bonus casa, con una detrazione IRPEF del 50%, si applica a diversi interventi finalizzati
al miglioramento dell’efficienza energetica e del comfort abitativo. Tra i lavori agevolati
rientrano:
• La sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale con modelli almeno di
classe A dotati di caldaie a condensazione.

• La posa in opera di impianti di climatizzazione invernale con generatori di calore
alimentati, ad esempio, a pellet o truciolato (nota bene: la detrazione avviene per un
valore massimo di 30.000 euro).

• La ristrutturazione del bagno, che include la possibilità di sostituire tubature e
impianto idrico. Si noti che la detrazione non si applica se vengono sostituiti solo i
sanitari.

L’ecobonus 65% è un beneficio fiscale rivolto agli interventi di miglioramento energetico dell’edificio.

L’ecobonus può essere applicato a diversi interventi, tra cui:
• La sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale con soluzioni ad alta
efficienza energetica, come impianti ibridi (che includono sistemi di
termoregolazione e/o caldaie a condensazione), sistemi a pompa di calore o
impianti geotermici.

• L’installazione di micro-generatori ad alta efficienza, in grado di garantire un
risparmio energetico di almeno il 20%.

• La conversione totale o parziale degli impianti di climatizzazione invernale con
generatori d’acqua calda a condensazione.

• L’adozione di scaldacqua dotati di pompa di calore.

• L’installazione di sistemi di building automation per la climatizzazione o la
produzione di acqua calda.

L’ecobonus 65% è fruibile per coloro che sono proprietari di immobili e scelgono di acquistare un nuovo condizionatore o una caldaia, nonché per chi decide di sostituirli.
Certamente, anche un inquilino in affitto può beneficiare dell’ecobonus 65%.
Per ottenere l’ecobonus 65%, è necessario presentare domanda presso il Caf o il commercialista entro 90 giorni dall’esecuzione dell’intervento. La documentazione richiesta include la fattura, la ricevuta del bonifico effettuato per l’agevolazione fiscale, il codice CPID e il certificato di asservazione.

Conto termico

Il Conto Termico rappresenta un vantaggioso incentivo per gli interventi finalizzati
all’efficientamento energetico e per gli impianti che generano energia termica attraverso
fonti rinnovabili.

Il Conto Termico è valido per interventi che riguardano l’installazione di: • Pompe di calore • Caldaie a biomassa • Collettori solari termici • Scaldacqua a pompa di calore • Sistemi ibridi
Il Conto Termico è fruibile sia da condomini che da soggetti titolari di reddito d’impresa o reddito agrario.
Certamente, anche gli inquilini in affitto hanno la possibilità di beneficiare del Conto Termico.
Certamente, è possibile presentare direttamente la richiesta del Conto Termico tramite il portale del GSE (Gestore Servizi Energetici).
Contattaci
Hai bisogno di Aiuto?
Come possiamo aiutarti?